Mastro Marco al PamPam Ristorante Pizzeria | Le Böte di MastroMarco – Episodio 2 | La Mela Gala
17195
post-template-default,single,single-post,postid-17195,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-6.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

22 Set Le Böte di MastroMarco – Episodio 2 | La Mela Gala

Le Böte di Mastro Marco
Ep – 2 | La Mela Gala

La storia di oggi parte da lontano.

Esistono più di 7000 varietà di mele al mondo, facendo una veloce ricerca online si può dire che per mangiarle tutte ci vogliano quasi 20 anni.
Teniamo bene a mente questa frase, facciamo un tuffo nel passato e voliamo dall’altra parte del mondo.
Questa storia inizia da un incrocio, in Nuova Zelanda nell’anno 1934.

J.H.Kidd è il fautore di questa storia. Di mestiere fa il frutticoltore. Coltiva mele e crediamo abbia una passione non troppo segreta per gli esperimenti. A Mr Kidd piace combinare piante di varietà diverse e vedere cosa succede. Dopo una miriade di esperimenti, nota che dall’incrocio tra una Golden Delicius e una Kidd’s Orange nasceva una mela particolare. Non troppo grande, con la buccia liscia di colore rosso e striature giallo e verdi, polpa croccante e succosa con un sapore aromatico.

La mela Gala.

Da quel momento la fama della Mela Gala crebbe esponenzialmente nel continente Australe. Apprezzata dai coltivatori per le sue qualità (prima varietà ad essere raccolta, molto produttiva e resistente alle intemperie grazie alla sua buccia più spessa) tanto dai consumatori per il suo aspetto affascinante e il suo gusto speciale.

Velocemente si fece conoscere anche al mondo intero, tant’è che nell’ottobre del 1974 dall’altra parte dell’Oceano Pacifico, negli Stati Uniti d’America, Mr Donald W. McKenzie, dipendete dell’azienda Stark Bros, chiese la licenza di poter coltivare questa pianta sul suolo americano.

Da lì in poi la diffusione e il successo della Mela Gala non ebbe confini. Si diffuse sistematicamente in America e successivamente anche in Europa. Al giorno d’oggi la Mela Gala rappresenta il 20% della produzione commerciale delle mele a livello globale e oramai la si trova sui banchi dei mercati tutto l’anno.

In Italia va di pari passo come nel resto del mondo. Noi come Nazione siamo favoriti dalla presenza della catena montuosa delle Alpi, le quali rappresentano l’ambiente ideale per lo sviluppo e la crescita della Rossa per eccellenza.

Noi di MastroMarco, che lavoriamo ai piedi delle Alpi, abbiamo scelto le Mele Gala della Valle Camonica, una piccola produzione sulle montagne del versante orientale. Le utilizziamo principalmente come ingrediente principale per la Pizza Gran Gala, e per il nostro Dolce della Tradizione “La Smaiassa”, senza glutine e senza lattosio. 

Al Prossimo Episodio.

 

 

 

 

Tags:
,


Translate »